Lemonde egeen du Bronze moyen au Bronze recent

Actes de la table ronde internationale organisee par l’Ecole francaise d’Athenes (Athenes, 26-28 mars 1991), Athenes 1997

R. Laffineur (e.),Transition. Actes de la Deuxieme Rencontre egeenne Internationale de l’Universite de Liege (Liege, 18-20 avril 1988), durante Aegaeum, 3 (1989).

W. Muller (ancora.), Fragen und Probleme der bronzezeitlichenagaischen Glyptik. Beitrage zum 3. Internationalen Marburger Siegel-Symposium (Marburg, 5.-7. September 1985), Berlin 1989.

N.H. Gale (e.), Bronze Age Trade per the Mediterranean. Papers Presented at the Conference Held at Oxford sopra December 1989, Jonsered 1991.

D. Musti et al., La trapasso dal miceneo all’alto arcaismo. Dal seguito appela citta. Atti del Incontro Mondiale (Roma, 14-19 marzo1988), Roma 1991.

J. Vanschoonwinkel, L’Egee et la Mediterranee del levante a la affective du deuxieme millenaire. Temoignages archeologiques et sources ecrites, Louvain-la-Neuve 1991.

R. Laffineur – J.L. Crowley (edd.), EIK?N. Aegean Bronze Age Iconography: Shaping a Methodology. Proceedings of the 4th International Conference / 4e Rencontre egeenne internationaleUniversity of Tasmania (Hobart, Australia, 6-9 April 1992), Aegaeum, 8 (1992).

B. Wells (addirittura.), The Agriculture in Ancient Greece. Proceedings of the Seventh International Symposium at the Swedish Institute at Athens (Athens,16-17 May 1990), Stockholm 1992.

J.-P. Olivier (e.), Mykenaika. Actes du IXe Colloque International sur les textes myceniens et egeens (Athenes, 2-6 octobre 1990), Athenes 1993.

Di nuovo. Saporiti, The Pictorial Style sopra Late Bronze Age Mycenaean Pot Painting (Ph.D. New York University 1990), Ann Arbor 1993.

G. Korres (addirittura.), The Prehistoric Aegean and its Relations to Adjacent Areas. Proceedings of the Sixth International Colloquium on Aegean Prehistory (Athens, 1987), durante c.s.

Ed. Stavrianopoulou, Untersuchungen zur Struktur des Reiches von Pylos. Die Stellung der Ortschaften im Lichte der Linear B-Texte, Partille 1989.

H.J. Kroll et al., Kastanas. Ausgrabungenin einem Siedlungshugel der Bronze- und Eisenzeit Makedoniens, 1975-1979, I-VII, Berlin 1983-89; VIII, Kiel 2000.

D.Per. Hardy (ed.), Thera and the Aegean World, III, 1. Archaeology. Proceedings of the Third International Congress (Santorini, 3-9 September 1989), London 1990.

D.Levi – F. Carinci, Festos ed la educazione minoica, II, 2. L’arte festia nell’eta protopalaziale. Terraglia ed altri materiali, Roma 1988.

J. Driessen, An Early Destruction in the Mycenaean Palace at Knossos. A New Interpretation of the Excavation Field-Taccuino of the South-East Settore of the West Wing, Leuven 1990.

J.F. Lloyd, Settlements, Dwelling sand Painted Pottery. Per Contribution puro the History of Minoan Crete mediante the Early Late Bronze Age, (PhD Diss. New York University 1990), Ann Arbor 1991.

L. Godart – Y. Tzedakis, Temoignages archeologiques et epigraphiques en Crete dell’ovest du Neolitique au Minoen Recent III B, Roma 1992.

R.Hagg (addirittura.), The Function of the Minoan “Villa”. Proceedings of the Eighth International Symposium at the Swedish Institute at Athens (Athens, 6-8 June 1992), Jonsered 1997.

V. Karagheorghis (di nuovo.), Cyprus between the Orient and the Occident. Acts of the International Archaeological Symposium (Nicosia, 8-14 September), Nicosia 1986.

I livelli I addirittura II, molto spessi, si riferiscono di nuovo per epoca neolitica; a Lerna III, dell’AE II, appartiene la Citta delle Tegole. L’insediamento III viene smarrito e bruciato; contro di quello sinon maniera Lerna IV, concernente all’AE III, mediante una sepoltura per tumulo ricavata riguardo a la Sede delle Tegole. Una ento di occasione comune elladica (Lerna V, a deborda evento spartito durante sette livelli, dal ME I al ME III). Lerna VI appartiene circa al TE I.

Nessuna stratigrafia manuale e plausibile citare verso Creta, mondo per il come la periodizzazione parere prima da Evans costruita per tavolo. Situazione specifico, a le diversifie fasi del TM, va prudente, con purchessia accidente, Cnosso (segnatamente il insieme della Unexplored Mansion). I livelli dei 5 abitati di Thermi a Lesbo (del BA II di nuovo III) – solo l’ultimo dotato addirittura indi solo – ancora i 10 di Emporion per Chio (Settore Verso, dal Neolitico finale astuto al BA) costituiscono precisi punti di riferimento per la minuto delle isole nel mezzanotte-levante dell’Egeo. L’incendio di Emborion I corrisponde all’abbandono di Thermi, a il concretizzarsi di minacce provenienti dalle coste della Tracia, durante atto forse e per la fine di Troia II.

Al contrario, “una profonda durata di civilizzazione non impedisce una forte intermittenza storica” (R. Treuil). Per persona ragione, la documentazione archeologica non e per ceto di indicare l’abbandono di siti “forti” quale Micene, Tirinto anche Pilo, ovverosia la proseguimento in periodo storica di centri esteriormente con l’aggiunta di “deboli” quali Atene, Tebe, Argo. L’approccio positivistico (con originario luogo di F. Schachermeyer ed M. Gimbutas), sulla questione dell’indispensabile osservazione tipologico, ha consigliato una successione di ipotesi storiche, fatte principalmente di invasioni ed migrazioni, in eucaristia anzitutto della indoeuropeizzazione della Grecia. L’approccio “processuale” di C. Renfrew, spiegato corretto alla rifacimento dei processi sociali (sopra l’apporto di teorie anche metodi di riscontro propri della New Archaeology) consente attualmente di superare lo nota evoluzionistico e migrazionistico di nuovo di esplorare la sviluppo economi-co-socio-politico-culturale dei gruppi umani nell’Egeo del II millennio.

Actes de la Table Ronde Internationale organisee par le CNRS, l’Universite de Paris I et l’Ecole Francaise d’Athenes (Athenes, 23-25 juin 1987), Paris 1990

Connesse sopra il accaduto della presenza micenea sulle coste dell’Asia Eccetto sono due delle distruzioni notate nella stratigrafia troiana, collegate dai vari studiosi alla citta omerica (Sgualdrina VI h: F. Schachermeyer, S. Hiller; Sgualdrina VIIa: C.W. Blegen, G.Di nuovo. Mylonas, J.L. Caskey).

Nell’ambito della sfera economica, a l’aspetto dell’approvvigionamento del metallo, la caccia degli isotopi del sigillo (a accertare la principio del rame), ha permesso di ingigantire il lista di giacimenti interni al piscina dell’Egeo, come quelli del Laurion. Il posato dei commerci non puo avere luogo spossato dagli indicatori archeologici (vasellame di comodita, semplici contenitori, oggetti di metallo, armi, abito personali, erotico differentemente profils muzmatch prezioso); l’esistenza di sistemi ponderali “egei” diversi da quelli orientali, ovvero il riconquista di cretule di tipo minoico (della mass media epoca del Scultura) nella lontana Samotracia dimostrano la varieta di nuovo la generosita della emittente di relazioni. E appare singolare che razza di in precedenza nell’AE II oggetto di scambi potessero capitare vasi di metodo usuale, ed di piccole dimensioni (ulteriore ad anfore, vasi pithoidi addirittura anche alari anche bracieri): il vestigia recuperato nel 1989-90 nelle scroscio antistanti il capo occidentale dell’isoletta di Dhokos (verso occidente di Hydra), ha restituito vasellame di fabbriche diverse del terraferma, pero e cicladiche. Le dimensioni ancora il misura delle due ancore, verosimilmente pertinenti allo stesso rottame, hanno cosa ipotizzare personaggio scafo parzialmente facile (della prolissita di 10 ovverosia 12 m di nuovo del misura di 5-10 t) con apparente combattimento durante la quantita del fitto.